Sensibilità al sole

Principale Retina

Poiché gli scienziati hanno notato una diminuzione dello spessore dello strato di ozono, essere nel sole splendente è diventato sinonimo di pericolo. Il rischio di cancro della pelle è abbastanza grande e giustifica l'uso sistematico di agenti protettivi - creme, cappelli, ecc., Nonché la necessità di rimanere all'ombra durante le ore più calde della giornata.

Queste raccomandazioni sono particolarmente importanti:

se hai i capelli rossi o biondi, occhi verdi o grigi e pelle che brucia facilmente;

se qualcuno dei tuoi parenti ha avuto un cancro alla pelle;

se sei riuscito a ottenere più di due colpi di sole notevoli prima di aver compiuto 20 anni;

se il tuo corpo ha molte macchie e talpe;

se hai già avuto il melanoma.

trattamento

I punti suggeriti di seguito sono efficaci non solo in caso di maggiore sensibilità al sole, ma anche se non tollerate bene il calore. Tonificare i punti VC 6, RP 6, R 2, MS 6, R 7. Cedere la data ai punti E 36, V 60, GI 4 e IG 3.

Altre misure

Limitare i grassi nel menu. Recenti studi presso il Beylor College of Medicine (Houston, USA) hanno dimostrato che una dieta povera di grassi riduce il rischio di cancro della pelle del 70%.

Per la cura della pelle dopo una forte esposizione al sole, utilizzare il gel di aloe (Aloe vera). Questa pianta non solo allevia il dolore immediatamente, ma promuove anche notevolmente la rigenerazione della pelle.

Cose che aumentano la sensibilità della pelle al sole

Il sedano e il lime possono renderti più vulnerabile al sole. Lo stesso vale per alcuni profumi e medicine.

Sicuramente sai che sei esposto ai raggi ultravioletti del sole sulla spiaggia più del solito, perché l'acqua e la sabbia riflettono la luce del sole sulla pelle. Questo crea un'esposizione indiretta ai raggi ultravioletti e, oltre all'esposizione diretta, si ottiene un carico aggiuntivo sulla pelle dal sole. Potresti anche sapere che l'irradiazione ultravioletta è maggiore nelle montagne, dove lo strato d'aria sul pianeta è più sottile, e quindi i raggi del sole sono più intensi.

Ma oltre a fattori noti, ce ne sono altri, non noti alla maggioranza, e quindi più pericolosi. Alcuni farmaci, prodotti alimentari, prodotti per la cura della pelle causano fotosensibilità, un cambiamento indotto chimicamente nella pelle, che lo rende estremamente sensibile alla luce solare.

Per capire come funziona, immagina che le cose che causano la fotosensibilità contengono sostanze chimiche come la polvere da sparo, e l'ultravioletto per loro è come una partita che scatena una reazione. Quando la luce colpisce una determinata sostanza chimica, provoca una reazione simile a un'esplosione nella pelle, e quindi si viene danneggiati.

Il risultato di queste reazioni è la fototossicità, che porta a scottature, a volte con vesciche e danni alle aree esposte alla luce solare diretta. Le conseguenze sono generalmente visibili dopo diverse ore di esposizione al sole e col passare del tempo aumenta il rischio di sviluppare il cancro della pelle e il suo invecchiamento precoce.

Un elenco di cose che aumentano la sensibilità della pelle con il sole

Farmaci: Alcuni antifungini, antistaminici (compresi difenidramina o Benadryl), contraccettivi orali, farmaci anti-infiammatori non steroidei (come l'ibuprofene, ketoprofene, naproxene e), antibiotici (compresa la "zolfo", chinoloni e tetracicline), sulfoniluree, diuretici e antidepressivi triciclici possono causare fotosensibilità.

Prodotti: sedano, aneto, prezzemolo, finocchio, fichi, lime aumentano la sensibilità alla luce UV.

Profumi e oli essenziali: aromi come bergamotto, arancia amara, lavanda, verbena al limone, muschio, sandalo, rosmarino, rendono la pelle più reattiva al sole.

Prodotti per la cura della pelle: prestare attenzione al contenuto dei prodotti per la cura della pelle quali ingredienti come:

  • alfa idrossi acido (acido glicolico);
  • beta-idrossi acido (acido salicilico);
  • tretinoina (Retin-A).

Ciascuna di queste sostanze rimuove lo strato corneo esterno della pelle, rendendo la pelle più sensibile al sole. Lo strato corneo offre una certa protezione contro le radiazioni ultraviolette, quindi senza di esso la pelle diventa più sensibile al sole.

Inoltre, il perossido di benzoile (perossido di benzoile), presente in molti prodotti, causa anche fotosensibilità.

Tuttavia, è necessario prendere in considerazione

Una maggiore fotosensibilità dovuta all'utilizzo o all'applicazione dei suddetti prodotti e mezzi è un fenomeno individuale. In altre parole, non tutti coloro che prendono una particolare medicina o usano un particolare prodotto sperimenteranno la fotosensibilità. E anche se hai una reazione di fotosensibilità una volta, questo non garantisce che accadrà di nuovo.

Tuttavia, se si utilizzano o si usano ingredienti fotosensibilizzanti (fotosensibilizzanti), è meglio passare il tempo all'aperto al mattino presto o alla sera tardi quando l'attività del sole non è così elevata.

È inoltre possibile prendere ulteriori precauzioni prima di uscire al sole: scegliere una protezione solare impermeabile che protegge il sole dai raggi UVA e UVB (notare le parole "ampio spettro"). Creme e lozioni funzionano meglio degli spray.

Usa la protezione solare con un fattore di protezione solare di 30 (SPF significa fattore di protezione solare o indice di protezione) nei giorni normali e una crema con un SPF di 50 a 70 se stai andando in spiaggia o fai un picnic. Applicalo 20-30 minuti prima di uscire e aggiornalo ogni una volta e mezza o due ore mentre sei all'aperto.

Secondo gli esperti, la maggior parte delle persone applica una quantità insufficiente di crema solare, secondo gli esperti, quindi usa un po 'più di quello che pensi di aver bisogno.

Cerca di evitare di stare al sole tra le 10:00 e le tre o le quattro del pomeriggio, quando i raggi del sole sono i più forti, gli esperti consigliano.

Basato su materiali di ricerca: Dr. Bruce Robinson, dermatologo; Dr. Barbara Reid, professore di dermatologia; Dr. Dianne Kleinsmith, dermatologa; Dr. Erin Gilbert, dermatologo.

Home → Consigli → Cose che aumentano la sensibilità della pelle al sole

La sensibilità degli occhi al sole: quando è necessario proteggere?

La sensibilità degli occhi alla luce del sole è causata dall'irritazione del nervo trigemino. Questo di solito è dovuto all'affaticamento della vista dopo una lunga lettura o al lavoro al computer. Ma succede che la sensibilità degli occhi al sole segnala le cause di gravi malattie.

Tipicamente, tale sensibilità non dovrebbe causare preoccupazione. Un fenomeno completamente normale è la sensibilità alla luce durante il periodo di adattamento dopo essere stati in una stanza buia o poco illuminata. Inoltre, la sensibilità può verificarsi dopo l'assunzione di un gruppo di farmaci, durante il raffreddore, a causa del consumo di polvere o polvere negli occhi, dopo 40 anni.

ATTENZIONE. VENDITA ESTIVA INIZIATA.
Legend of summer glasses: AVIATOR, WAYFARER e CLUBMASTER!

- Incredibile sconto del 50%!
- Consegna veloce (1-7 giorni). Prodotto in magazzino!
- SENZA PREV. PAGAMENTO! Pagamento al ricevimento!
- Il kit comprende: occhiali, custodia in pelle, passaporto, tovagliolo per pulire gli occhiali.

Ma a volte aumentata sensibilità degli occhi è un motivo per essere prudenti. Se la sensibilità al sole si verifica all'improvviso, dura più di un'ora ed è accompagnata da dolore, ha senso consultare uno specialista. Questo potrebbe segnalare la degenerazione maculare e lo sviluppo del glaucoma. Se la sensibilità ti accompagna costantemente e interferisce con la tua vita quotidiana, anche questo è motivo di preoccupazione.

Molti oftalmologi ritengono che la sensibilità degli occhi al sole dipenda in gran parte dalla quantità di pigmento nell'iride, cioè dal colore degli occhi. Le persone che, senza decollare, indossano occhiali da sole, sono costantemente in una stanza poco illuminata, raramente escono di giorno, sono più sensibili.

Ci sono un paio di semplici regole che ti aiuteranno a evitare il disagio. Non guardare mai il sole, non sentirai nemmeno il danno alla retina. Naturalmente, il modo più efficace per proteggere i tuoi occhi è occhiali da sole di alta qualità. Sono selezionati meglio in un negozio specializzato. Controlla che gli occhiali contengano un filtro ultravioletto, occhi ben protetti dal sole, senza distorcere l'immagine.

Farmaci che aumentano la sensibilità della pelle al sole

Una giornata in spiaggia ti chiede molto divertimento. Ma è importante ricordare che l'assunzione di uno qualsiasi dei seguenti farmaci porta alla sensibilità al sole.

La sensibilità si verifica quando la luce solare interagisce con il farmaco e provoca una reazione negativa nel corpo. I sintomi includono: arrossamento, dolore, formicolio, bruciore o eruzione cutanea simile all'eczema.

Esistono due tipi di reazioni ai farmaci: la più comune è la fototossicità, che può verificarsi quando i raggi UV interagiscono con un farmaco, causando un effetto negativo sulla pelle entro poche ore dopo l'esposizione al sole. È importante notare che la fototossicità può portare a danni a lungo termine alle aree colpite, anche se il farmaco viene interrotto poco dopo l'insorgenza dei sintomi. Una reazione meno comune è la fotoallergenicità, in cui i raggi ultravioletti (UV) del sole distruggono la struttura del farmaco, provocando la formazione di anticorpi. Ciò porta a un'eruzione cutanea sulla pelle entro 1-3 giorni dopo l'esposizione.

7 farmaci più spesso associati a fototossicità e fotoallergia:

Naproxen (i marchi includono Midol e Alive): un antidolorifico antinfiammatorio da banco

Amiodarone (Cordaron, Pazeron): usato per il trattamento di aritmie cardiache

Glipizid (glucotrol) e gliburide (DiaBeta, Micronase, Glynase): farmaci per il diabete

Doxiciclina e tetraciclina: antibiotici popolari

Idroclorotiazide (Microzide): un farmaco per il trattamento dell'ipertensione e un diuretico

Acido nalidissico: un antibiotico usato per trattare le infezioni del tratto urinario

Voriconazolo (Vfend): agente antifungoso usato contro le infezioni della pelle

Questi non sono gli unici farmaci che possono causare reazioni. Pertanto, prima di visitare la spiaggia, la piscina o il parco, è necessario controllare le istruzioni per il farmaco per eventuali avvertenze relative al sole, oppure chiedere al farmacista o al medico circa il livello di sensibilità del farmaco al sole.

Ma è meglio evitare l'esposizione diretta al sole e seguire i suggerimenti per stare al sicuro mentre si è sulla strada:

1. Indossare indumenti protettivi o indumenti SPF e un cappello a tesa larga.

2. Utilizzare una crema solare con un SPF di 15 o superiore, classificata come una crema con una "vasta gamma di usi", il che significa che protegge contro i raggi UVA e UVB.

3. O applicare la protezione solare da 15 a 30 minuti su tutte le aree della pelle esposte alla luce solare. È necessario rinnovare uno strato di crema ogni 2 ore.

4. Rimani all'ombra o in casa tra le 10:00 e le 16:00 quando i raggi UV del sole sono particolarmente forti.

La paura del sole e del sole

All'arrivo della stagione calda, il sole esce da dietro le nuvole, e può portare non solo cose positive alle persone, ma anche negative, vale a dire allergia ai raggi del sole.

L'allergia al sole, altrimenti, viene definita fotodermatite o fotodermatosi: si tratta di un'ipersensibilità individuale del corpo, cioè della pelle ai raggi del sole.

Questa forma di allergia è molto comune nel nostro tempo. Se fai riferimento alle cifre, mostreranno che il 20 percento della popolazione mondiale soffre di fotodermatite.

Il raggio di sole non contiene questo allergene. La fotodermatosi inizia a progredire nel corpo quando i raggi del sole si incontrano e interagiscono con i singoli ingredienti della composizione cutanea, se queste sono le sfere superficiali della pelle, allora questa fotodermatite è chiamata esogena, e se è più interna, quindi endogena.

Video: allergie educative al sole

sintomi

La dermatite solare sembra quasi una dermatite atopica, ma ha le sue caratteristiche.

La fotodermatosi si manifesta come:

  1. la pelle si arrossa;
  2. l'infiammazione inizia sulla pelle;
  3. la pelle comincia a staccarsi;
  4. prurito insopportabile e bruciore;
  5. a volte l'eruzione sembra pustole o papule;
  6. gonfiore delle aree colpite.

Accade spesso che tutti questi segni non compaiano immediatamente, ma qualche tempo dopo il contatto con i raggi del sole.

Di norma, la maggior parte della radiazione solare che raggiungiamo il mare e l'allergia al sole si manifestano quasi sempre quando si viene già dalla spiaggia. A causa di questa manifestazione tardiva, accade che le cause non siano identificate correttamente e questo non è il trattamento corretto.

C'è un gruppo separato di persone che sono le più colpite.

  1. donne incinte;
  2. le persone che hanno la pelle chiara;
  3. bambini sotto i 10 anni;
  4. persone che soffrono di malattie del sistema immunitario;
  5. persone affette da malattie del fegato;
  6. con predisposizione genetica (ereditarietà);
  7. in presenza di dermatite atopica (allergica);
  8. persone che si rivolgono spesso a centri di abbronzatura;
  9. avere una forte allergia

motivi

L'allergene più basilare è il sole, cioè i raggi del sole. Ma ci sono alimenti che causano questa ipersensibilità al sole.

Tali prodotti come:

Contribuiscono all'oscuramento delle singole aree della pelle quando vengono utilizzate al sole.

Principali alimenti fototossici:

Prima di andare a prendere il sole o per lungo tempo sotto il sole, non è consigliabile mangiare banane, arance, mandarini e tutto ciò che appartiene a un certo numero di agrumi.

Prevenzione delle malattie

La fotodermatite è una tale malattia che è quasi impossibile avvertirlo.

  • in caso di pelle ipersensibile, non prendere il sole al sole aperto, ma sdraiarsi sotto un ombrellone o una tenda da sole;
  • con la più grande attività del sole per essere nella stanza, di regola, questa volta dalle 11:00 alle 16:00;
  • prima di uscire al sole, indossare un copricapo, e anche non molto per aprire il corpo, aiuterà a proteggere le cose leggere dai tessuti di lino e cotone;
  • i bambini di età inferiore a tre anni, è auspicabile non visualizzare affatto in luoghi dove la luce solare diretta;
  • Crema solare per il corpo o balsami.

Prevenzione sulla spiaggia:

  • prima di andare in spiaggia a prendere il sole o fare il bagno in ogni caso, non spruzzare profumi, colonie e spalmarlo con le normali creme, poiché contengono alcol, che a sua volta provoca ustioni sulla pelle quando interagisce con il sole;
  • se sai che sei ipersensibile al sole, assicurati di portare con te la crema solare e usali almeno ogni due ore;
  • quando si scelgono creme protettive contro la luce solare, prestare attenzione alla sua composizione, poiché la base grassa provoca spesso una reazione allergica;
  • Non usare la crema solare resistente all'acqua, essi dimenticano molto i pori della pelle e, di conseguenza, compaiono pustole;
  • crema comprare base vodorovitelnoy.

Video: bambini e allergie solari

Trattamento farmacologico

Dopo aver esaminato i luoghi colpiti da un medico, prescriverà pastiglie e unguento per l'allergia al sole.

Nella forma lieve di allergia al sole si applicano pomate che includono:

Delle pillole, il medico prescriverà antistaminici per te, e c'è una selezione molto ampia di loro in farmacia.

Il prurito aiuterà a rimuovere l'unguento, che include:

Trattamento domiciliare

Accade spesso che non ci sia l'opportunità di consultare un medico per chiedere aiuto e le persone vogliono curare la fotodermatosi a casa. Ma molti non sanno cosa fare.

  • Prima di tutto, è necessario eliminare l'allergene, cioè entrare in una stanza che non cade nella luce solare diretta.
  • Dopo aver provato a rimuovere prurito e gonfiore, lozioni fredde sono fatte di ghiaccio o prodotti freddi per questo scopo.
  • Questo trattamento include la crema dopo la solarizzazione, solo necessariamente con pantenolo, in quanto aiuta a calmare, cioè, rimuove il prurito e la rigenerazione della pelle.
  • Quando si posiziona l'eruzione sul petto o sulle mani, devono essere sempre chiusi con indumenti.
  • Quando viene posizionato sul viso, non si può fare a meno di cappelli, o è meglio non uscire affatto al sole.
  • La panna acida e l'olio di girasole non sono d'aiuto nella dermatite solare.
  • È necessario bere grandi quantità di acqua minerale, poiché rimuoverà sostanze tossiche dal corpo.
  • Per un trattamento più efficace consultare un medico.

Sensibilità della pelle al sole: il ruolo della nutrizione e della droga

In primavera, l'attività solare aumenta gradualmente e, dopo l'inverno, la pelle pallida è più sensibile al sole. La formazione di pigmentazione è possibile e con esposizione prolungata anche una bruciatura. Inoltre, molti nei giorni festivi e nei fine settimana vengono inviati ai resort, ma dimenticano che sono esposti a più raggi UV dal sole quando vanno in spiaggia, al lago o nuotano nella piscina. Ciò è dovuto al fatto che la superficie dell'acqua o della sabbia riflette i raggi sulla pelle. Ma alcuni prodotti alimentari, così come le medicine, formano un'aumentata sensibilità della pelle per l'esposizione al sole dovuta alla formazione di composti specifici con la proprietà dei fotosensibilizzanti. Anche questo deve essere ricordato, crogiolandosi nei raggi del sole primaverile.

Spring Sun: Effetto sulla pelle

Mentre la neve si scioglie e sempre più spesso il sole esce da dietro le nuvole, le persone cercano di uscire il più spesso possibile, passando il tempo al sole. Questo è utile per reintegrare la vitamina D e migliorare l'umore, ma la pelle dopo l'inverno è sensibile al sole. Per non soffrire di pigmentazione irregolare o non scottarsi, ricorda gli effetti negativi della radiazione solare, non ignorare i fattori noti che possono aumentare l'effetto sulla pelle e aumentare la sensibilità alla luce solare dannosa.

Stare vicino all'acqua crea un ulteriore effetto dei raggi UV (dovuto al loro riflesso dalla superficie), migliorando l'effetto dell'esposizione diretta.

Alcuni farmaci, determinati alimenti, cosmetici e altri agenti possono causare fotosensibilità, un cambiamento chimico nell'epidermide che lo rende altamente sensibile ai raggi UV.

Rischio di ustioni e problemi della pelle

Le sostanze che provocano la fotosensibilità di solito includono composti chimici analoghi alla polvere da sparo, e i raggi ultravioletti sono ciò che causa la reazione. Quando la radiazione ultravioletta reagisce sulla superficie dell'epidermide con una sostanza chimica, provoca una reazione simile a una "esplosione" sulla pelle. Di conseguenza, sono possibili pigmentazione irregolare, macchie e scottature, anche da un'esposizione anormale al sole.

Queste reazioni includono la fototossicità, che si verifica quando i raggi ultravioletti interagiscono con i componenti di un farmaco o di un prodotto alimentare specifico che una persona ha assunto. Ci possono essere reazioni con creme che sono state applicate alla pelle, che porta a gravi scottature e alla formazione di bolle con danni alle aree su cui cadevano i raggi del sole. Questa reazione di solito si verifica dopo un paio d'ore, ma ciascuna di queste brucia può aumentare il rischio di sviluppare neoplasie, stimola l'invecchiamento della pelle.

Cause di reazioni, pigmentazione irregolare

A differenza della fotoallergia, in questa condizione, l'esposizione ai raggi ultravioletti trasforma la sostanza da un farmaco, cibo o prodotto cosmetico in qualcosa di nuovo, così il corpo lo riconosce come un agente alieno e attiva il sistema immunitario. La fotoallergia non si verifica durante la prima azione del farmaco, ma si sviluppa nel tempo. Questo può richiedere diversi giorni e di solito sembra più un eritema pruriginoso che i difetti della solarizzazione o della pigmentazione. Le persone con alcune malattie autoimmuni (ad es. Lupus) o condizioni acquisite, come eruzioni cutanee, pigmentazione irregolare in vitiligine, sono più sensibili alla luce solare. Ma chiunque prenda certi farmaci o usi determinati alimenti, cosmetici, è a rischio.

Come e quali farmaci influenzano la pelle?

Alcuni farmaci antifungini, antistaminici (compresa la difenidramina) e contraccettivi orali possono alterare la sensibilità della pelle alla luce solare. Durante la loro applicazione, è necessario prestare attenzione durante la loro permanenza al sole aperto e una protezione aggiuntiva. Inoltre, i farmaci antinfiammatori non steroidei (come ibuprofene, ketoprofene e naprossene), alcuni antibiotici (compresi chinoloni e tetracicline) e i farmaci ipoglicemici orali per il trattamento del diabete (sulfonilurea) e gli antidepressivi triciclici hanno un effetto simile. Questi farmaci durante lo scambio possono causare fotosensibilità. Lo stesso vale per i medicinali a base di erbe contenenti estratto di Hypericum, che sono presi per depressione, ansia e sindrome premestruale.

Cibo, provocatori di fotosensibilità

È noto che il cibo che una persona consuma in un certo modo influisce sul metabolismo, inclusa la condizione della pelle. Pertanto, è importante conoscere alcuni dati sull'effetto di determinati prodotti sulla fotosensibilità dell'epidermide. Quindi, se il cibo di una persona è ricco di sedano, aneto, finocchio, fichi, lime, prezzemolo e daikon, può aumentare la sensibilità al sole.

È importante tenere presente che le reazioni di fotosensibilità non sono universali. In altre parole, non tutti coloro che prendono un particolare farmaco o usano un particolare prodotto alimentare sperimenteranno una maggiore fotosensibilità. E anche se in alcuni casi si sono verificati casi di pigmentazione o addirittura di scottature solari, ciò non garantisce che il paziente sia affetto da problemi alla pelle ogni volta che assume farmaci o assume una dieta pericolosa.

Cos'altro può influenzare?

Gli alcolici e gli olii essenziali possono provocare la sensibilità della pelle alla luce: l'uso di fragranze come bergamotto, arancio amaro, lavanda, verbena di limone, muschio, rosmarino o sandalo può rendere la pelle più sensibile al sole, formando pigmentazione irregolare, il suo rafforzamento nei luoghi di applicazione delle composizioni.

È importante monitorare la scelta dei prodotti per la cura della pelle. Verificare la presenza di ingredienti come alfa idrossi acidi (AHA, come l'acido glicolico), beta idrossiacidi (BHA, come l'acido salicilico) e tretinoina (come il Retin-A). Ciascuno di questi agenti colpisce lo strato esterno della pelle, corneo, che lo rende più sensibile al sole. Questo strato fornisce una certa protezione contro le radiazioni ultraviolette, quindi dopo la desquamazione, la pelle diventa più sensibile al sole. Inoltre, il perossido di benzoile chimico, che è contenuto in molti trattamenti anti-acne da banco, può causare fotosensibilità.

Se una persona usa o usa ingredienti fotosensibilizzanti, dovresti cercare di impegnarti in un riposo attivo al mattino presto o verso sera. Inoltre, sono necessarie ulteriori precauzioni prima di passare il tempo sotto il sole: una protezione solare resistente che protegge dai raggi del sole UVA e UVB. Creme e lozioni funzionano meglio degli spray. Applicare la protezione solare con SPF 30 ogni giorno per 20-30 minuti prima di uscire. È necessario ripetere il suo disegno ogni 1,5 - 2 ore mentre la persona è sulla strada. Inoltre, con l'inizio delle giornate di sole è necessario indossare abiti e cappelli con protezione solare e tesa larga, cercare di evitare l'esposizione al sole da 11 a 16 ore, quando i raggi del sole sono i più forti.

Maggiore sensibilità al sole: come proteggere la pelle

Contenuto dell'articolo [nascondi]

La pelle di porcellana o latte (1 e 2 fototipi) è particolarmente sensibile alla radiazione solare. Con una tale pelle, puoi bruciare letteralmente entro pochi minuti dall'esposizione al sole aperto. "La pelle molto chiara contiene una piccola quantità di melanina", dice Nataliya Medvedeva, dermatologa ed esperta medica del marchio cosmetico La Roche-Posay. - Inoltre, secondo gli ultimi dati scientifici, la melanina in pelle bianca ha alcune peculiarità: non solo svolge le sue funzioni protettive peggio, ma spesso aumenta anche l'effetto dannoso delle radiazioni UV, generando radicali liberi. "

Tavolette abbronzanti e lettini abbronzanti: c'è qualche vantaggio?

Grandi speranze erano riposte nella droga cantaxantina e melanotan. I produttori li hanno posizionati come mezzi efficaci per combattere l'aumentata sensibilità della pelle al sole. Ma le pillole di panacea per l'abbronzatura no. I medici hanno scoperto che hanno troppi effetti collaterali.

"Come risultato della cantaxantina, la pelle è dipinta di color marrone", dice Tatiana Sintsova, dermatovenerologa e cosmetologa presso la clinica del professor Yutskovskaya. - Allo stesso tempo, il carotenoide (il principio attivo del farmaco) influisce negativamente sulla retina degli occhi, causando retinopatia, reazioni allergiche e epatite indotta da farmaci. In Russia, questo colorante arancione è utilizzato principalmente come additivo per mangimi per pollame, in modo che i tuorli siano più luminosi. Capsule abbronzanti sulla base del karatinoide vietato in Europa e negli Stati Uniti. Per quanto riguarda il melanotan, è un analogo sintetico della melanocortina naturale, un peptide che stimola la sintesi della melanina e provoca la pigmentazione della pelle. Le iniezioni di questo farmaco possono causare irritazione della pelle, pigmentazione, febbre e altre reazioni indesiderabili. Allo stesso tempo, non ci sono prove convincenti che la medicina protegga contro le scottature. La FDA (Food and Drug Administration negli Stati Uniti) non ha ancora approvato questo peptide. Le iniezioni di Melanotan non hanno il permesso ufficiale per l'uso in Russia. "

Per abituare la pelle al sole, alcuni medici prescrivono piccole dosi di radiazioni ultraviolette ai pazienti. Ma la maggior parte dei medici tratta negativamente questa prevenzione. Brevi sessioni nel solarium non ridurranno la sensibilità della pelle, credono, ma aumentano solo il rischio di irritazione. Inoltre, un solarium, anche con la minima inosservanza delle regole di funzionamento, nuoce più dell'intensa radiazione solare. Questo brucia e iperpigmentazione e invecchiamento precoce della pelle a causa di violazioni della sintesi di collagene ed elastina.

Come proteggere la pelle sensibile al sole

Ma ciò che può veramente proteggere la pelle sensibile dall'esposizione al sole è un'assistenza competente, una corretta alimentazione e cosmetici speciali.

Prenditi cura della tua pelle

- Prima di tutto, cerca di non rendere la pelle già sensibile ancora più reattiva, rompendo la sua barriera protettiva. La pelle danneggiata diventa ancora più vulnerabile a qualsiasi influenza esterna aggressiva. "Per preservare lo strato lipidico, utilizzare cosmetici con acido linoleico e linolenico per la cura", afferma Tatiana Sintsova. - Ma i mezzi per una pulizia profonda con acidi della frutta - bucce e scrub - si nascondono. È inoltre necessario fare attenzione con i preparati altamente concentrati, ad esempio, sieri, maschere, in quanto possono essere un fattore aggiuntivo di irritazione a causa dell'elevata concentrazione di principi attivi. "

- Fai attenzione agli oli essenziali: in estate possono rendere la tua pelle ancora più vulnerabile. Il divieto degli esteri di bergamotto, limone, lavanda, lime, sandalo.

- Introdurre antiossidanti nel programma di cura. Secondo Natalya Medvedeva, questi componenti migliorano il sistema interno di protezione della pelle dagli effetti aggressivi di fattori esterni, tra cui la radiazione solare da un ampio spettro, e contribuiscono anche alla auto-guarigione delle cellule epidermiche. Per ottenere il massimo effetto, è importante scegliere farmaci in cui questi antiossidanti si trovano in una determinata combinazione. Secondo i risultati delle ricerche condotte dall'azienda americana Skin Ceuticals, la combinazione di vitamine C, E e acido ferulico si è rivelata la più efficace.

Trattamento di scottature e scottature

Previene le ustioni e il cancro della pelle

Per prevenire le scottature, il cancro della pelle, includere:
1. Limita la quantità di tempo trascorso al sole ed evita di stare al sole a mezzogiorno, tra le 10.00 e le 15.00. Per questo avrete bisogno di una pulizia urgente dell'appartamento.
2. Indossare indumenti protettivi come un cappello a tesa larga, pantaloni e camicie a maniche che coprano gli arti;
3. Riconoscere che la solarizzazione può verificarsi anche in una giornata nuvolosa (le nuvole non fermano i raggi ultravioletti) e anche quando si è in acqua;
4. Ricorda che la sabbia riflette i raggi del sole e aumenta la possibilità di scottature;
5. Utilizzare i filtri solari per ridurre al minimo gli effetti negativi dei raggi UV.
I filtri solari con fattore di protezione della pelle (SPF) di almeno 15 sono raccomandati per chiunque sia esposto al sole. Si raccomanda che le persone con pelle chiara usino creme con un SPF più elevato quando sono sotto l'influenza diretta del sole. Dovrebbero essere applicati pochi minuti prima di uscire al sole.

Farmaci che aumentano la sensibilità al sole

Farmaci che aumentano la sensibilità al sole - farmaci che possono aumentare la suscettibilità della pelle ai raggi del sole (o lampade abbronzanti). Questi farmaci sono anche chiamati fattori fotosensibili.
È molto importante leggere le etichette prima di utilizzare farmaci da banco o da banco, prestando particolare attenzione agli effetti collaterali come la fotosensibilità.

Farmaci e prodotti che aumentano la sensibilità della pelle al sole

Molti farmaci soggetti a prescrizione e non soggetti a prescrizione contengono fattori fotosensibilizzanti che possono causare ustioni, gonfiore, desquamazione, eruzioni cutanee o altre reazioni cutanee. Queste reazioni sono classificate come reazioni fototossiche e fotoallergiche.

La differenza tra reazioni fototossiche e fotoallergiche

Nelle reazioni fotoallergiche, il farmaco o un ingrediente del farmaco in combinazione con la luce ultravioletta produce una miscela che il sistema immunitario percepisce erroneamente come un fattore nocivo, o antigene. Sebbene la miscela non rappresenti una minaccia e non sia la causa dei sintomi, disinforma il sistema immunitario, che porta alla produzione di anticorpi (per combattere ed eliminare gli antigeni) per respingere le invasioni future. Quando vengono ripresi i farmaci fotosensibilizzanti, gli anticorpi iniziano ad attaccare e alla fine danneggiano gli organi. Questa reazione eccessivamente violenta provoca i sintomi di allergia sopra descritti.
Con reazioni fototossiche, la reazione del sistema immunitario non si verifica, i sintomi compaiono poco dopo l'assunzione del farmaco per la prima volta.
Tra i fattori che possono causare reazioni fototossiche e fotoallergiche, spiccano i farmaci, noti come sulfonilammidi, e alcuni altri antibiotici. Altri fattori che possono causare fotosensibilità sono: alcuni antidepressivi (compresi i triciclici); tranquillanti; pillole anticoncezionali; antidolorifici; alcuni farmaci per il diabete, così come i farmaci per il trattamento di allergie, cancro, brividi, ipertensione e aritmie. Inoltre, alcune creme, lozioni e altri farmaci contro l'acne, l'acne e altre malattie della pelle possono provocare fotosensibilità.

Proprio dottore

popolare

  • Home /
  • Malattie della pelle /
  • Allergia /
  • Allergia al sole

Menu principale

ricerca

Allergia al sole

In estate, la maggior parte di noi ha fretta di ottenere una bella abbronzatura, esponendo il corpo al sole generoso - alcuni sulle spiagge della Turchia e altre località straniere, alcuni in Crimea e sulla costa del Mar Nero, e alcuni solo nel loro cottage estivo. Naturalmente, quantità moderate di radiazioni solari sono di grande beneficio per il corpo, sotto la sua influenza la vitamina D viene prodotta dal corpo, la depressione viene rimossa e la pelle acquisisce una bella tinta bronzea.

Sintomi di allergia solare (fotodermatosi)

I primi sintomi della fotodermatosi compaiono molto rapidamente - entro 2-3 ore dopo l'esposizione al sole. Reazioni fototossiche semplici possono essere osservate in persone sane che abusano della loro permanenza sulle spiagge, quando ci sono scottature solari, vesciche che guariscono con iperpigmentazione della pelle. Nelle persone con sistema immunitario compromesso, gli organi interni, l'allergia al sole può manifestarsi sotto forma di varie lesioni cutanee, impregnazione, salti di pressione sanguigna, debolezza generale, broncospasmo, svenimento. In ogni caso, la pelle esposta è la più colpita: le superfici delle mani, del viso, del collo, décolleté. Con la fotodermatosi cronica, la pelle invecchia rapidamente, appaiono rughe, iperpigmentazione, crescita dello strato corneo (cheratosi).
Ma alcune persone hanno una maggiore sensibilità alla luce solare, una sorta di allergia al sole, o più precisamente, soffrono di sintomi di fotodermatosi. Naturalmente, il sole in sé non causa allergia nel suo vero significato, ma può servire come fattore stimolante che contribuisce all'accumulo nel corpo di allergeni in persone che soffrono di malattie croniche degli organi interni.
Pertanto, se si ha una maggiore sensibilità alla luce solare, prestare attenzione alle condizioni dei reni, delle ghiandole surrenali e del fegato. Inoltre, i sintomi di allergia al sole possono manifestarsi durante la gravidanza, con disturbi endocrini, disturbi del metabolismo dei pigmenti, beriberi e durante l'assunzione di alcuni farmaci - antibiotici, sulfonamidi, farmaci anti-infiammatori.
A proposito, più la pelle è scura dalla nascita, maggiore è la sua resistenza alla radiazione solare. Pertanto, la fotodermatosi colpisce più spesso le bionde con la pelle sensibile bianca, che sono difficili da abbronzare.

Cosa aumenta la sensibilità al sole?

È importante che le reazioni fotoallergiche possano essere migliorate dall'uso di determinati farmaci, quando si lavora con sostanze chimiche e il contatto con le piante con proprietà fotosensibilizzanti.
Quindi, antibiotici, sulfonamidi, farmaci per la psoriasi, vari coloranti sintetici, solventi, resine, asfalto e fumi di catrame aumentano la sensibilità della pelle al sole. Un certo numero di piante contenenti furocumarine può anche provocare reazioni cutanee dopo l'esposizione al sole - panace, pastinaca, erba di San Giovanni, biancospino, trifoglio, agrumi, ecc.

Trattamento di fotodermatosi

Le parti interessate della pelle per rimuovere il prurito e l'irritazione sono trattate con unguento di zinco e metiluracile, preparati per ustioni (olazolo, pantenolo, ecc.). Dentro prescrive farmaci antistaminici e antinfiammatori, vitamine del gruppo B, acido nicotinico.
Da rimedi popolari, è efficace applicare un impasto di tuberi di patata, foglie di cavolo schiacciate, fette di cetrioli, zucchine, spalmare le zone colpite con succo di aloe, birra forte, diluita con succo di melograno. Rimuovere bene l'infiammazione delle decotti di fiori di camomilla, corteccia di quercia, erba, achillea, successione della pelle. Manifestazioni ripetute di fotodermatite possono portare allo sviluppo di eczema, quindi, le persone con ipersensibilità al sole dovrebbero consultare un medico, identificare e curare le malattie croniche, e anche bisogno di usare creme protettive e indumenti appropriati sotto il sole.
Andrei Zalomlenkov, farmacista, fitologo
Fonte: guaritore popolare, №15, 2014

Inneov

Una nuova generazione di integratori alimentari per pelle e capelli.

Efficacia provata. Formule sicure garantite

capillare
soleggiato

prodotti

Aiuta a preparare la pelle per il sole

Sensibilità solare

La ricerca Advanced Laboratories innéov sviluppata dall'Associazione dei Drammatizzatori attinge a una selezione rigorosa

Aiuta a preparare la pelle per il sole

Sensibilità solare

La ricerca Advanced Laboratories innéov sviluppata dall'Associazione dei Drammatizzatori attinge a una selezione rigorosa

Research Advanced Laboratories innéov ha sviluppato l'Association of Playwrights Asset Selection Strict: Lactobacillus johnsonii La1 + Lycopene.

L'utilizzo della sensibilità al sole prima, durante e dopo l'esposizione al sole, come crema protettiva integrativa, è la risposta giusta per preparare la pelle al sole e contribuirà alla abbronzatura sublime: uniforme e duratura.

Lactobacillus johnsonii La1 + Lycopene

2 compresse al giorno per almeno 3 mesi.

Come funziona?

Contribuisce alla preparazione della pelle al sole.

Promuove l'abbronzatura, nel 74% delle donne.

Comprendi l'efficacia di Innéov Sun Sensitivity

La protezione solare protegge la pelle da sola dal sole?

Quali sono le conseguenze per la pelle?

Come possiamo proteggere la pelle in profondità?

Prima di tenere il sole, è molto importante proteggersi. L'utilizzo della protezione solare è, infatti, una procedura necessaria perché consente di filtrare, sulla superficie della pelle, la maggior parte dei raggi UV emessi dal sole.
Tuttavia, per essere efficace, la protezione solare dovrebbe essere applicata uniformemente su tutta la superficie della pelle esposta, e più volte durante il giorno. L'efficacia dei filtri solari ha una durata limitata e protegge solo l'area in cui è stata eseguita la crema. Inoltre, la nostra pelle è spesso esposta ai raggi UV senza protezione (pranzo sulle terrazze, sport all'aria aperta): i raggi UV possono quindi penetrare nella pelle ed esercitare le sue vili azioni in profondità.

Durante l'esposizione al sole, i raggi UV attaccano le funzioni protettive della pelle. UVA e UVB danneggiano il capitale antiossidante della pelle e distruggono le cellule responsabili dell'immunità (le cosiddette cellule di Langerhans). Ora, queste ali sono la base della risposta biologica della pelle di fronte al sole.
Le cellule della pelle sono danneggiate, la pelle diventa più vulnerabile. Di conseguenza, in superficie, la pelle diventa rossa, provocando reazioni cutanee di fronte all'aggressione del sole e, alla lunga, perde la flessibilità e l'elasticità.

Il percorso nutrizionale offre un reale interesse perché consente di raggiungere la pelle in profondità. È quindi possibile preparare la pelle per la futura esposizione al sole, migliorando la protezione della pelle.
La sensibilità del Sole, fu così creata, in questo contesto, dalla ricerca dei Laboratori Avanzati Innéov
Utilizzare Innéov Sensitivity of the Sun prima, durante e dopo l'esposizione al sole, come integratore protettivo solare, è una buona opzione per preparare la pelle a prendere il sole e favorire l'abbronzatura uniforme.

Altri Articoli Su Infiammazione Dell'Occhio